Copioni : Carillon

MARIONETTE

marina-marcolin1COPIONI PER BAMBINI

Storia teatrale di Miriana Ronchetti   iscritta come  autrice alla SIAE con posizione autore   95069

Durata  circa 60’

Personaggi : Scritta per 50 bambini ( adattabile)

Storia teatrale , introspettivo psicologica  ma divertente

Trama

Che cosa ci fa paura ?
Questa storia tratta il tema della paura.

Il rumore, le persone che alzano la voce, le notizie brutte, le persone che litigano, gli sguardi severi, i cambiamenti , i rimproveri, essere privati dell’affetto, rimanere soli, violenza fisica e psicologica, essere privati delle proprie cose, paura dei paragoni .
Parliamone in maniera divertente e teatrale, per lanciare un messaggio agli adulti, a tutti, perché la paura appartiene all’essere umano e può assalirci in qualsiasi momento della vita.
Un set cinematografico è l’ambientazione dove una regista e un suo aiutante dirigono le scene e tirano le conclusioni. Una storia ironica e che prende anche un po’ in giro il modo di fare così serioso di alcuni  “ grandi”.
Diciamo la verità…vedrete un film …un film molto speciale in via di realizzazione . Osservate molto bene perché sarà una …produzione U- N- I- C- A- !!!

ANTEPRIMA : CARILLON

I costumi potrebbero essere ispirati ai costumi di Fred Astaire e Ginger Rogers. Per i maschietti panta nero con maglietta nera , papillon di cartacrespa e per le bambine panta bianca o rosa a colori tenui.

In scena tutti i bambini seduti  a gambe incrociate con la schiena al pubblico e la testa china  . Faranno da sottofondo musicale tanti suoni di carillon. Lentamente si alza un bambino e si gira, senza avanzare.

 

1° BAMBINO

Sono quasi certo che questo suono vi piace…non è una musica , non è rumore, solo una leggera  aria di carillon…

 

2° BAMBINO

E’  il contrario del ritmo della vita che c’è là fuori, nelle strade piene di gente che grida,  di macchine che fanno baccano

 

3° BAMBINO

Ascoltate …questa  è la voce della nostra infanzia, il mondo delle cose lente, che hanno un tempo e una misura-

 

4°BAMBINO

A noi piace stare qui…è come essere in un grande giardino dove ci si conosce tutti, anche se non ci parliamo, dove i colori si incontrano e si esprimono.

 

********

 

16 ° BAMBINO

E ‘ più o meno la stessa cosa. Vi alzerete fin sopra al cielo …ma  non vedrete le nuvole che vanno e vengono….vedrete i nostri sogni, le nostre paure …vedrete  i nostri desideri.

 

17° BAMBINO

Diciamo la verità…vedrete un film …un film molto speciale in via di realizzazione . Osservate molto bene perché sarà una  …

produzione    U- N- I- C- A-  !!!

Musica d’atmosfera  che potrebbe essere “Over the rainbow”

 

Una bambina avanza con la sedia pieghevole  da regista (con occhialoni ed abbigliamento estroso tipo  Lina WertMuller) : è la Regista della storia.Sarebbe molto ridicolo se la bambina parlasse con la V al posto della R

Regista               Signori buongiorno, io sono la regista del film che

stiamo cercando di produrre. Capite …?

Vogliamo fare un film su quelle sensazioni

che si provano quando accadono cose che , sulle prime,

sembrano normali  ma che tante volte, la maggior parte

delle volte lasciano in noi uno

smarrimento…un vuoto…una paura…di fronte alla

quale non si sa che fare… vogliamo fare un film –

documento che possa servire a qualcuno per capire

qualcosa… impressioni…sensazioni… …sentimenti !

Soprattutto un film per gli adulti che sono così …come

dire…sordi !!…a capire certe cose…

Il tema principale  di cui abbiamo bisogno di  parlarvi

è la paura.

 

 

****************

Si sente un forte rumore di temporale e l’aiuto regista si aggrappa alla regista morbosamente, tremando…

 

Regista                  Capite perché l’ho scelto fra tanti candidati ? Chi

meglio di un pauroso poteva essermi di aiuto ?

Signori e signore…(tentando si scollarselo da dosso)

Buona visione !

 

***********

Bambino            Una mela blù !… capisci ? I bambini vogliono una mela

blù! Non si è mai sentita una richiesta così complessa…

 

Bambina             certo… è un modo per chiedere la tua attenzione dal

momento che non hai mai tempo per loro…

 

Bambino             mia cara…anche tu sei molto impegnata ..fra lavoro,

amici, centri commerciali, telefoni , telefonini…e i

bambini di qua e di là…come dei pacchettini postali !

 

****************

 

Mamma         Il papà o io ? Il papà o io ? Vogliamo sapere chi ha ragione

 

I bambini in mezzo e i due genitori a lato, uno a destra e uno a sinistra, che fingono di gridare con sguardi arrabbiati sotto lo sguardo spaventato dei piccoli che dapprima tentano di calmarli e poi si siedono con l’espressione di chi non può fare nulla , a terra coprendosi la testa con le mani.

La musica sovrasta  la finzione della parola, fino a che rimangono in fermo immagine. Questo passaggio va in crescendo e deve durare circa due minuti.

 

*************

 

Amore            …perché devi comprendere che quando mi vedono, alcuni

hanno paura e scappano ; altri

rimangono affascinati ; altri ancora non si staccano da me.

Mi vogliono  rapire ma la verità è che sono io a rapire loro.

I bambini mi adorano e con me si sentono tranquilli.

 

****************

 

Solitudine          Non vorrei disturbare lo scorrere del vostro tempo ma

spesso io arrivo quando c’è bisogno di silenzio, quando

c’è troppa confusione…solitamente  questi due mi

precedono appunto Rabbia e Amore-

 

Bambino 1          Chi sei ?? Perché sei così silenziosa?

 

Bambino 2           Cosa vuoi da noi ? Sei una ballerina ?

 

****************

 

Bambino 4        abbiamo avuto paura che tutto il cielo ci sarebbe venuto in

testa talmente era pesante di nuvole scure e poi lampi,

tuoni, ma la speranza era dietro di noi : i grandi !

I grandi ci proteggono, ci difendono, ci vogliono sempre

vicini

 

************************

 

Bambino 7            …di notte, a volte, arrivano i fantasmi e le ombre degli

alberi sembrano grandi giganti con delle lunghe mani…

Io l’ho visto in un film ma l’ho anche provato a casa

della nonna…una sera dormivo da sola nella stanza e

c’era il vento…

 

Musica suggestiva che riprende l’atmosfera di quella sera, sulla quale  la bambina che parla si sdraia come se stesse dormendo e sulla musica entrano dei bambini che potrebbero rappresentare rami di alberi ( fatti con cartone o le stesse braccia ricoperte di carta crespa e sulla testa una cuffia con rami fantastici) che le ruotano attorno 

 

 

**********+

Un nuovo personaggio, l’Abbandono, esce da uno scatolone, vestito da viaggio, con una valigia in mano ; con l’altra continua a mimare il gesto del saluto, con un grande fazzoletto bianco. Viso triste, ma rassegnato, appoggia la valigia. Si avvicina ai bambini. Li prende per mano e li porta con sé a sedere sul proscenio, sulla parte sinistra.


Visit Us On FacebookVisit Us On Google PlusVisit Us On YoutubeVisit Us On Linkedin