Copioni per bambini : arcobaleno di sentimenti

MARIONETTE

arcobaleno-720

 

 

 

 

 

COPIONI PER BAMBINI

Storia teatrale di Miriana Ronchetti   iscritta come  autrice alla SIAE con posizione autore   95069

Durata  circa 60’

Personaggi : 20 ( adattabile per il numero richiesto)

 

Trama

Questa storia teatrale nasce da un diario di diversi bambini che esprimono le loro emozioni. Il testo scritto da Miriana è la realizzazione di quello che i bambini di una classe hanno scritto, pensato e alla fine metteranno in scena. E’ la lotta fra i vari sentimenti che vogliono avere la prevalenza uno sull’altro, creando così il caos caratteriale che spesso si agita in ogni essere umano.

In una notte, di sogno, iniziano ad esprimersi spiegando al bambino che li “ alberga”
Il perché del loro agire. Apparentemente e di fatto è uno spettacolo psicologico molto profondo nel quale i protagonisti si divertiranno ad interpretare la gioia, il dolore, l’allegria, la paura, la noia, il timore e via dicendo.

E’ un modo per affrontare i propri stati d’animo, sdrammatizzando le sofferenze e cercando di interpretarle.

ANTEPRIMA : ARCOBALENO DI SENTIMENTI

A sipario chiuso.

PRESENTATORE

Buonasera a tutti i presenti. Oggi noi vogliamo recitare per voi, ma soprattutto vogliamo farvi conoscere qualche segreto. Tutti abbiamo dei segreti, giusto?

PRESENTATRICE

E’ proprio così! Ma un segreto, di solito, sta chiuso nel cuore…ebbene noi vogliamo aprirvi un po’ di questa parte di noi…e lo faremo in una forma insolita. Vi racconteremo una storia, una strana storia, state un po’ a sentire…

Si apre il sipario. Musica dolce e tenue

*************

Entrano in scena due bambini, Paola e Claudio, e si mettono uno di fronte all’altro. Si
guardano e sulla musica fanno l’esercizio dello specchio (Paola si tocca i capelli e il
viso e Claudio ripete questi movimenti)

Quando la musica sfuma iniziano a parlare

PAOLA

Come stai? Mi sembra bene

CLAUDIO

Sono uno straccio, direi che sto malissimo
PAOLA

Eppure io mi sento a posto. Tu sei il mio specchio, il mio cuore, se ti guardo bene hai qualcosa di strano che io non ho

CLAUDIO

Ma certo, sono tutto strano, non ci assomigliamo per niente. Incominciando dai vestiti.

PAOLA

Lo so, ma cosa vuoi farci? Io alle persone devo apparire in un certo modo. Se sono triste affari tuoi, se sono arrabbiata anche, tu sei la mia parte nascosta e non devi mostrarti troppo

*****************

CLAUDIO

Grazie! Ma io sono anche stanco di tenere tutto dentro. Un bel giorno esplodo. Ho bisogno di una chiave che mi apra. Tutte le tue emozioni si fermano su di me. Ascolta, ascolta, senti i sentimenti che parlano…

VOCI FUORI CAMPO

Potresti esprimerci!
Potresti disegnarci!
Potresti cantarci!
Potresti danzarci!
Potresti regalarci!
Potresti…scriverci da qualche parte!
Magari dedicarci un libro

PAOLA

Oh! (ascolta meravigliata poi diviene pensierosa)

CLAUDIO

Senti, facciamo un patto

PAOLA

Un patto?

CLAUDIO

Sì, ti chiedo di essere libero per una notte

PAOLA

Cosa vuoi dire?

CLAUDIO

Per una notte me ne andrò da te e lascerò esprimere le tue emozioni, ti prometto che poi ritornerò.

**************

ANGELO

Non stupitevi, so che non ci crederete, io sono un angelo e mi siederò vicino a questa bambina. un angelo ci vuole in questa occasione così delicata, adesso che il suo cuore è andato in giro con tutte quelle emozioni, insieme a voi guarderò cosa succede quando si liberano i sentimenti. Vediamo…

I sentimenti escono dal cuore. Musica.

FELICITA’

Oh, che bello! Quanto spazio! Come sono felice! Mi sembra di sognare! Quanta gente! Sono felice quando sono in compagnia

TRISTEZZA

Sono la tristezza, i grandi mi sgridano e non mi considerano. Vedo tutto nero. (apre un ombrello)

FELICITA’

Cosa fai? Non piove qui dentro

TRISTEZZA

Lo so ma fra poco tutti piangeranno e io mi bagnerò. Tu chi sei?

FELICITA’

Sono la felicità. Senti, tristezza, perché non andiamo a fare una passeggiata? È tutto così bello, non sto più nella pelle!

TRISTEZZA

Oh no, è tutto così triste, non ho voglia di fare proprio niente…

Si siede con le spalle girate al pubblico

FELICITA’

Ciao, io andrò a scoprire qualcosa (Esce)

Musica

PREOCCUPAZIONE

E se sbaglio qualcosa? E se non faccio giusto? E se non ci riesco? Oh, come sono preoccupata! Mi scoppia la testa! Troppi, troppi pensieri!

AMORE

Ti voglio tanto bene, ti abbraccio! (Abbraccia preoccupazione che si dimostra preoccupata) Ma chi sei?

*****************

Musica

RABBIA

Che rabbia, che rabbia! Sono un fuoco che incendia, litigo con tutti, non sopporto più nessuno! Romperei tutto! La noia mi distrugge!

NOIA

Cosa c’entro io? La noia, la noia. Non so cosa fare, non so con chi giocare, non so, non so. Tutti ce l’hanno con la noia. E pensare che sono così tranquilla

TRANQUILLITA’

Oggi sono tranquilla come l’alba al mattino, non mi agito mai e se succede qualcosa mantengo la calma

RABBIA

E se ti rompo un vaso sulla testa?

TRANQUILLITA’

Sentirò male certamente

NOIA

Oh come siete noiose, io vado, mi sto proprio annoiando…

**************

Musica

ALLEGRIA

(si avvicina alla bimba che dorme) Ciao, piccola, è proprio bello uscire un po’ dal tuo cuore. Stavamo così stretti e poi io non riesco mai a sfogarmi abbastanza, io mi chiamo allegria e amo stare in compagnia. Mi diverto sempre faccio scherzi a tutti. Sono contenta di essere qui. Ero curiosa di vedere cosa c’era fuori nel mondo

CURIOSITA’

Chi? Cosa? Dove? Quando? Perché? Voi (al pubblico) cosa fate qui? Perché ci guardate?

ALLEGRIA

Inutile chiederti chi sei! Sei la curiosità! Ti si legge ovunque.

**************

Entrano tre personaggi mano nella mano, stretti fra di loro: paura, timore e delusione

PAURA

Sono paura, non c’è nessuno che sta con me, ho paura di tutto, non mi diverto mai, ho paura dei ladri, ho paura di star sola, ho paura del buio
TIMORE

Temo che tu stia esagerando, temo che potresti morire, temo, temo e sono timoroso su ogni cosa, su tutto. Temo che, temo su e temo giù. Temo di qua e temo di là.

****************

ANGELO

Ora io posso andare ad aiutare qualche altro bambino che ha bisogno di un angelo. Anch’io ho imparato molto questa notte. Ho imparato che i bambini provano tanti sentimenti e sono ricchi di pensieri e di emozioni. Bisogna proprio saperli ascoltare! Ciao!

PAOLA

(si sveglia, sbadiglia e si guarda attorno) Cos’è questo librone?

*************


Visit Us On FacebookVisit Us On Google PlusVisit Us On YoutubeVisit Us On Linkedin